Il buon patriottismo

italycelebration Parlare di patriottismo oggi è quasi come parlare degli unicorni. Qualcuno dirà che sono creature affascinanti, capaci di far perdere la testa a molti uomini e addirittura di spingerli verso la morte, ma dovrà ammettere alla fine che appartengono ad un tempo passato e che sono inevitabilmente frutto di fantasie giovanili. Qualcuno inoltre, ricordando le tragedie del ‘900, sarà molto avverso al concetto di patria, e la vedrà come un ideale pericoloso che minaccia la libertà individuale e la coesistenza pacifica fra persone di diversi popoli.

Paradossalmente, è vero il contrario. Spingendoci ancor più in là nel paradosso si può sostenere che un sano e diffuso patriottismo farebbe molto bene all’Italia e ad altri Paesi nel mondo.

Bisogna però in primo luogo “smacchiare” il buon patriottismo dalle caricature e dalle degenerazioni che ne sono figlie illegittime. Patriottismo non può essere l’amare la propria terra e odiare quelle altrui: un vero patriota ama la propria patria e ama le patrie altrui; proprio per questo egli soffre e si batte affinché i vari popoli nella terra non siano vessati nelle loro patrie da dittatori interni o esterni e possano autodeterminarsi proteggendo e sostenendo la propria nazione. Il patriottismo inoltre non può consistere nel vedere lo straniero come un nemico e le sue usanze come delle aberrazioni a prescindere, ogni straniero infatti è figlio della propria terra e delle sue tradizioni e va in primo luogo rispettato e accolto nella sua diversità.

1948846715_10e1a5defd_b Patriottismo in poche parole significa amare e rispettare la terra in cui si abita, proteggerne l’ambiente naturale, valorizzarne quello culturale, conservare ciò che di buono ha lasciato chi ci ha preceduto e restituire con delle migliorie quanto abbiamo ereditato alle generazioni future. Un vero patriota inoltre vuole tutte queste cose anche per le altre patrie e non solo si unirà ad altri patrioti ‘stranieri’ per raggiungerle, ma mai cercherà di toglierle ad altri per averne di più per lui. Spingendoci più in là si può dire che si è patrioti su diversa scala, da quella locale/familiare a quella globale/internazionale: partendo da un patriottismo minimo che è il primo passo e dà i presupposti per un impegno più vasto, si può andare via via allargandosi fino a considerare tutti gli uomini concittadini di una patria mondiale, che va difesa e tutelata.

Davanti alla corruzione dilagante delle istituzioni che reggono questo paese, statali e private, ci si può chiedere se è proprio per mancanza di patriottismo che esse possano cedere alla corruzione e restare impunite. E’ da un patriottismo implicito, se non addirittura esplicito, che nasce la volontà di sacrificare l’interesse personale immediato per l’interesse della comunità a cui si appartiene. Solo chi se ne infischia della patria può svenderla al migliore offerente e solo chi non è patriota vuole depredarla pur di ottenere qualche profitto; allo stesso modo solo chi non è patriota attacca e conquista le patrie altrui e solo chi non vuole difendere la propria terra è disposto a farsi corrompere per ottenere vantaggi personali.

Forse la festa della Repubblica di oggi può essere qualcosa di più rispetto ad un nostalgico ricordare la proclamazione della nostra repubblica: può essere un invito a riflettere e ad agire per impegnarsi a migliorare la terra in cui viviamo proprio oggi, un compito più che mai urgente dati i problemi che sembrano incombere sul nostro futuro di Italia.

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Etica, Morale, Società e contrassegnato come , , , da Luciano . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Luciano

Sono un appassionato di crescita personale, mi interesso di psicologia, filosofia, comunicazione, religione e di tematiche sociali di attualità. Amo leggere, discutere e mi piace passare il tempo con giochi di strategia e di ruolo. Sono laureato in Sociologia, studio alla specialistica di Management e Comunicazione d'Impresa e nel prossimo futuro vorrei lavorare nella gestione delle risorse umane.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...